MEFISTO. Rivista di medicina, filosofia e storia, già Medicina&storia, è una rivista scientifica semestrale che ospita contributi peer-reviewed nell’ambito della storia e della filosofia della medicina e delle scienze biologiche.

La rivista si compone di diverse sezioni che adottano diverse politiche di revisione.

Nei ‘Saggi’ sono pubblicati contributi sottoposti a revisione tra pari con doppio cieco, salvo dove diversamente indicato (*invited papers).

I ‘Focus’ sono sezioni monografiche composte a partire o da un call for papers o da contributi sollecitati. Le direzione della rivista assegna il tema a uno o più curatori, che decideranno quale criterio di raccolta dei contributi sia meglio adottare. In entrambi i casi i contributi passano per una revisione tra pari. Nel caso dei contributi sollecitati la revisione è a singolo cieco, ma viene comunque svolta da due revisori anonimi. Nei ‘Focus’, il parere dei revisori – assegnati da chi cura il focus – si affianca al parere della direzione, che può chiedere modifiche o respingere le proposte ammesse dai curatori.

Le sezioni ‘Note’, ‘Interviste‘ e ‘Recensioni’ sono composte da contributi stesi su affidamento diretto della direzione.

La rivista è pubblicata con il contributo di BIOM. Società italiana di storia, filosofia e studi sociali della biologia e della medicina.

Tempo medio di revisione: 120 giorni.

Tariffe di lavorazione e invio (APC)

MEFISTO non prevede tariffe di lavorazione delle proposte (APC) né tariffe di invio (ASC). Chiunque ricevesse simili richieste è pregato di contattare immediatamente la redazione.

Politiche di self-archiving e pubblicazione online

– È consentito caricare gli articoli al momento della pubblicazione solo su archivi istituzionali ad accesso ristretto (ad es. protetto da password). Ci si raccomanda di includere nella pubblicazione o nella scheda i riferimenti alla rivista (titolo, volume, numero e pagine, se possibile DOI e/o URL).

Dopo sei mesi dalla pubblicazione, è consentito caricare gli articoli su archivi pubblici e pubblicamente accessibili solo nella versione pre-print proposta alla redazione, prima del lavoro di revisione scientifica e redazionale. È consentita la pubblicazione sulle pagine web personali (istituzionali come hobbistiche) e profili personali sui social media di stampo accademico, etc... Ci si raccomanda di includere nella pubblicazione o nella scheda i riferimenti alla rivista (titolo, volume, numero e pagine, se possibile DOI e/o URL).

Cinque anni dopo la pubblicazione i contributi sono posti sotto licenza Creati Commons tipo Attribuzione-Condividi allo stesso modo 4.0 (CC BY-SA 4.0), e conservati sul sito della rivista. Tutti i diritti tornano all'autore/autrice.

– È possibile acquistare l'open access anticipato per rendere l'articolo disponibile da subito in versione Open Access (la tariffa è di 200 euro).